Langmusi, un villaggio tibetano tra Gansu e Sichuan

C’è un villaggio nella prefettura tibetana autonoma di Gannan 甘南, nel Sud del Gansu 甘肃, al confine con la provincia del Sichuan 四川. Un villaggio che sembra quasi essersi fermato a cinquant’anni fa se non fosse per la possibilità di pagare con Wechat o Zhifubao, con strade quasi sterrate, vita lenta e gente che ancora ti guarda in faccia e ti sorride dolcemente. Questo villaggio si chiama Langmusi 郎木寺 e me ne parlò la prima volta un’amica, Irene, che qui c’era già stata e se n’era innamorata, perciò, dopo varie ricerche su internet, ho deciso che doveva essere una delle tappe del nostro viaggio! Continue reading “Langmusi, un villaggio tibetano tra Gansu e Sichuan”

Zhangye, una delle città preferite di Marco Polo

Zhangye, che un tempo si chiamava Ganzhou, è una piccola città nel Gansu molto importante soprattutto nel passato, in quanto fungeva da snodo fondamentale lungo la via della Seta. Quando in Cina si dice “piccola città”, solitamente si parla di minimo 4 milioni di abitanti, ecco, Zhangye ne ha poco più di un milione, perciò per gli standard cinesi è veramente piccola. Continue reading “Zhangye, una delle città preferite di Marco Polo”

Xi’an – profumi e colori di una città antica

Il nostro viaggio è cominciato dalla stazione Ovest di Tianjin (che dista da Pechino solo 30 minuti col treno ad alta velocità), eravamo andati a salutare lo zio di Matteo prima di partire per questa vacanza. Devo dire che ho rivalutato molto i treni ad alta velocità per questo tipo di spostamenti e li preferisco agli aerei: non serve arrivare due ore prima della partenza, di solito la stazione dei treni è molto più vicina al centro rispetto agli aeroporti e, non meno importante, non ci sono le limitazioni presenti in aereo per quanto riguarda i chili e i liquidi da mettere nel bagaglio.

Tengo anche a precisare che vivendo in Cina e sapendo il cinese, per me è stato molto facile prendere i biglietti del treno comodamente da un’applicazione del telefono Continue reading “Xi’an – profumi e colori di una città antica”

Life in China: la vita a portata di smartphone

La nuova rivoluzione culturale degli Anni 2000  in Cina è proprio questa: vivere senza contanti, girare solo con uno smartphone carico e guai a tirare fuori carte di credito.

Come la tecnologia abbia invaso ogni aspetto della vita quotidiana è davvero inimmaginabile. Si sente spesso dire che in Cina sono avanti anni luce nel campo tecnologico ma fino a che non lo si vede con i propri occhi è difficile da capire. Continue reading “Life in China: la vita a portata di smartphone”

Ritratti: dalla calligrafia alla pelle

Si parla spesso dei giovani che se ne vanno all’estero per studiare o per lavorare, ma, come dicevamo nell’articolo precedente di questa serie, “Ritratti“, spesso i giovani lasciano il proprio Paese e la propria famiglia, soprattutto per fare un’esperienza di vita diversa, per uscire dalla propria zona di comfort, per capire e vedere cosa c’è dall’altra parte, cosa si dice, come si dice e se si dice. Continue reading “Ritratti: dalla calligrafia alla pelle”

Che te magni? 3. Cucina asiatica

Il bello di Pechino è che c’è veramente di tutto:musei, cinema, parchi, zone antiche, zone moderne, templi, centri commerciali  e molto altro ancora. Ovviamente questo vale anche per i ristoranti, infatti sono presenti cucine da ogni parte del mondo. Oggi ci va di sognare (un po’ più del solito) e abbiamo pensato ad un itinerario che tocchi alcuni tra i Paesi asiatici che più ci affascinano e che abbiamo avuto la fortuna di visitare. Continue reading “Che te magni? 3. Cucina asiatica”

Pancakes al MATCHA

L’estate è ormai arrivata a Beijing, dove la primavera dura praticamente poche settimane, e le temperature sfiorano già i 30°C. Questo rimane il mio mese preferito, perché solitamente la città ci regala temperature piacevoli, rose profumate quasi ovunque e cieli azzurri. Purtroppo non siamo esenti da giornate grigie, come quella di oggi in cui il pm 2.5 supera i 200mg (per chi non lo sapesse si tratta delle letali polveri sottili). La differenza è davvero notevole Continue reading “Pancakes al MATCHA”

Che te magni? 2. Cucina italiana

Avere la fortuna, pur essendo dall’altra parte del globo, di uscire di casa e andare a fare colazione in una vera pasticceria italiana o fare un aperitivo in un contesto totalmente lontano dal nostro, ma con italianissimi Spritz e stuzzichini, beh, credo che sia una delle cose più rassicuranti, anche se effimere, che si possano provare quando si vive all’estero da molto tempo e, anche se magari un po’ ci rode ammetterlo, la nostra casa ci manca. Continue reading “Che te magni? 2. Cucina italiana”

Ritratti: storie della generazione che insegue un sogno tra Cina e Italia

Si parla spesso di giovani italiani che hanno lasciato il bel paese in cerca forse di un futuro migliore, ma sicuramente in cerca di nuove esperienze e soprattutto con la voglia di andare oltre i classici stereotipi culturali. Lo abbiamo fatto in molti, a volte un po’ per necessità, altre per spirito d’avventura, forse perché delusi dal nostro Paese, forse per semplice curiosità, spesso con un pizzico di sana incoscienza.

Continue reading “Ritratti: storie della generazione che insegue un sogno tra Cina e Italia”

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: