Taxi

Stavamo dicendo che prendere il taxi potrebbe non rivelarsi così semplice, soprattutto se non si è abituati ai tassisti pechinesi. Non fraintendetemi, non è pericoloso, semplicemente può essere difficile e snervante, soprattutto con determinate condizioni atmosferiche, in certi punti della città, durante le ore di punta o se si vive in periferia.

Ricordo ancora il primo giorno in cui sono arrivata a Pechino, ero già stata qui cinque anni prima per studiare qualche mese all’università. Mi sentivo invincibile, credevo di sapere qualsiasi cosa (povera stolta!), ma sin dal mio arrivo in aeroporto mi feci fregare. Non avevo ben chiaro a che distanza fosse l’appartamento dove avrei alloggiato quindi, molto ingenuamente, chiesi al tassista se 200 Yuan mi sarebbero bastati per arrivare a destinazione, perché non avevo tanti contanti con me. Lui, ovviamente, mi disse che non ci sarebbero stati problemi e così siamo partiti, ma senza azionare il tassametro. Per farvela breve, dopo qualche tempo ho scoperto che sarebbero bastati 80 Yuan. Non felici, lo stesso giorno, io e Matteo, il mio ragazzo, andammo ad un festival che si teneva ogni anno a Pechino verso i primi di maggio. Bello il concerto, la gente, l’atmosfera, ma tornare a casa fu peggio dell’esperienza che visse Ulisse nell’Odissea!! Nessuno si fermava, chi lo faceva, ci diceva che non andava nella nostra direzione e di aspettare il taxi successivo. Dopo almeno quaranta minuti, siamo riusciti a trovarne uno!

Per evitarvi un’esperienza simile, ecco alcuni consigli da seguire quando dovete prendere un taxi:

  1. Primo tra tutti è mostratevi decisi. Quando il taxi si fermerà a bordo strada per farvi salire, non comunicategli la destinazione dal finestrino, ma salite in macchina e aspettate magari che parta, a quel punto non potrà dirvi di no;
  2. se non parlate Mandarino, non aspettatevi che gli autisti sappiano capirvi. Portate sempre con voi il biglietto da visita del vostro albergo, oppure, se vivete a Pechino, l’indirizzo del luogo in cui dovete andare. Un’altra soluzione potrebbe essere quella di chiamare un amico che parli cinese e farlo comunicare con l’autista;
  3. prendete confidenza con i punti cardinali. Se si guarda Pechino dall’alto si noterà che è un reticolato quasi perfetto di strade verticali e orizzontali. Solitamente ai tassisti bisogna dire se andare verso Nord, Sud, sud-ovest ecc. ecc.;
  4. se vi trovate in una zona molto affollata, come potrebbe essere Sanlitun 三里屯 il sabato sera, piena di persone che cercano un passaggio come voi, camminate. Cercate di allontanarvi da quell’ingorgo, è molto meglio che stare lì fermi a competere e sgomitare;
  5. ogni tassista deve avere la licenza esposta sul cruscotto dalla parte del passeggero con la propria foto e il numero della stessa, se non dovesse esserci, aspettate il prossimo taxi;
  6. controllate sempre che l’autista faccia partire il tassametro. Le tariffe dei taxi pechinesi si dividono in due fasce orarie: quella giornaliera e quella notturna. La prima, parte da un fisso di 13 Yuan (circa 1,70€), più 2,3 Yuan ad ogni chilometro. Quella notturna, invece, ha un fisso di 14,4 Yuan ai quali si aggiungeranno 2,76 Yuan ad ogni chilometro percorso;
  7. non affidatevi ai cosiddetti Heiche 黑车, i taxi neri, perché solitamente hanno prezzi esorbitanti;
  8. ultimo, ma non per questo meno importante, quando si scende dal taxi, lo si fa sempre dalla parte del passeggero, mai dalla parte dell’autista perché potrebbe essere pericoloso, soprattutto nelle strade molto trafficate.

È possibile, dunque, prendere il taxi con il metodo classico, ma un modo molto più comodo è quello di utilizzare le applicazioni.

La più importante, perché è praticamente l’unica, è DIDI Chuxing 滴滴出行. Permette di prenotare la macchina comodamente dal proprio telefono. È possibile decidere se si preferisce un taxi ufficiale, non ufficiale (Uber), una macchina di lusso, una da sette posti o, per chi non ha fretta e vuole spendere poco, una macchina condivisa. La comodità di questa applicazione sta anche nel fatto che, arrivati a destinazione, la maggior parte delle volte il pagamento avviene in automatico, tramite il vostro WeChat o ZhifuBao. È comodo utilizzare questa applicazione anche perché, se non sapete bene la strada, potete controllare che l’autista faccia quella più breve o più veloce e non rischiate di perdervi. Troverete una mini guida a questa App cliccando qui.

Fateci sapere se avete aneddoti divertenti da raccontare e buona esperienza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: