Life in China: la vita a portata di smartphone

La nuova rivoluzione culturale degli Anni 2000  in Cina è proprio questa: vivere senza contanti, girare solo con uno smartphone carico e guai a tirare fuori carte di credito.

Come la tecnologia abbia invaso ogni aspetto della vita quotidiana è davvero inimmaginabile. Si sente spesso dire che in Cina sono avanti anni luce nel campo tecnologico ma fino a che non lo si vede con i propri occhi è difficile da capire. Quindi qualche tempo fa guardando uno dei video del tuttologo Marco Monty (video su youtube) che venendo in visita in Cina era rimasto sconvolto dall’avanzamento tecnologico, ma anche dal fatto che quasi per qualsiasi operazione di pagamento, venisse usato il cellulare, mi sono detta che valeva la pena parlarvene, perché se in Cina paghi con una carta sei proprio out-of-date.

In principio fu Alipay

In Cina, nelle grandi città ma anche nei piccoli centri è tutto a portata di smartphone: uscire con i contanti è ormai obsoleto perché tutto funziona su due importanti piattaforme di pagamento online che si chiamano Alipay (支付宝 Zhifubao) e Wechat pay (微信支付 Weixin Zhifu). Allora cerchiamo di capirci meglio qualcosa.

960x0.jpg77

Alipay è una piattaforma di pagamento online lanciata nel 2004 in Cina da Alibaba Group e dal suo fondatore Jack Ma. L’azienda collabora con più di 65 istituzioni finanziarie, tra cui Visa e MasterCard, per fornire servizi di pagamento certificato per Taobao e Tmall (le più grandi piattaforme di e-commerce della Cina). Il segreto sicuramente sta nel fatto che in Cina fino a pochi anni fa non c’era una regolamentazione seria nell’ambito del commercio on-line ed era facile acquistando un prodotto si rimanesse con un pugno di mosche in mano, truffati. Ecco che entra in gioco Alipay che fa da tramite tra compratore e venditore: io compro qualcosa, pagando con questo servizio che è collegato alla mia carta, i soldi rimangono a quest’ultimo che intanto comunica al venditore l’acquisto del prodotto, ma non cede subito il denaro, si assicura prima che la merce venga spedita e consegnata e solo dopo trasferisce i soldi al venditore. Quindi il potere non è né nelle mani del venditore né in quelle del buyer, ma resta in mano di terzi, Zhifubao appunto.

timg

Niente di così nuovo direte voi, in fin dei conti in Europa e negli Stati Uniti c’è PayPal che usiamo proprio per i pagamenti certificati.
Se non fosse che Alipay attualmente conta collaborazioni con più di 460.000 attività on line e negozi fisici, il che significa che oltre agli acquisti on-line puoi fare transfer dal tuo conto ad un altro, puoi pagare l’affitto e le bollette, puoi uscire lasciando a casa carta e contanti perché ovunque accetteranno il pagamento tramite questa APP (taxi, negozi o qualsiasi attività che disponga di un QR code per ricevere denaro). Insomma in Cina è finita l’epoca dei contanti da un pezzo!

WeChat Pay aka WhatsApp tra 5 anni (speriamo)

Infatti dopo l’avvento di Alipay, in Cina si sono affermate altre piattaforme per il pagamento on-line, una delle più popolari è sicuramente WeChat Pay 微信支付. Pensate a WhatsApp e aggiungete la possibilità di pagare attraverso QR code, trasferire e ricevere soldi dai vostri contatti, comprare biglietti del treno, del cinema, fare shopping o chiamare un taxi tutto attraverso la stessa app e mantenendo la funzione di social media: questo è WeChat. Quindi disponendo di uno di questi sistemi e aprendo un account, basterà collegare una carta cinese per potere usufruire dei vari servizi offerti.

Com’è la vita senza contanti??

116d0cdc-dacd-4a39-84be-2bf47284e514
scansione del QR code dopo la corsa in taxi

Per farvi capire la portata di tutto questo, vi racconto come ho passato un’intera giornata girando la città senza avere nemmeno uno yuan in tasca.
ore 8:00 sveglia: ho voglia di una bella colazione ma non ho nulla in frigo! Cosa faccio?? apro una fantastica app che si chiama 饿了么 (elema) letteralmente “Hai fame?“, dove ci sono tutti i ristoranti, caffè e negozietti della zona e scelgo il locale che più mi piace, scorro nel menù e ordino la mia colazione. In meno di un’ora, dipende dal ristorante e dalla distanza, ricevo a casa il mio ordine. Oggi avevo voglia di un bel cappuccino e un donut. Eccomi servita.


ore 9:00 corro a lavoro: ovviamente sono in ritardo allora decido di chiamare un TAXI al volo. Lo faccio con DIDI Chuxing, l’app di cui vi avevamo già parlato qui. In pochi minuti un’autista si dirige verso casa mia, attraverso l’applicazione vedo la posizione dell’auto e esco solo quando è proprio sotto casa, anche qui il pagamento è in automatico perché avrete collegato la vostra carta.

960x0
ore 10:00 Cavoli! Ho dimenticato di pagare la bolletta della luce, anzi di ricaricarla (perché qui in Cina si paga tutto in anticipo anche l’elettricità). Nessun problema sia WECHAT che ALIPAY offrono il servizio di ricarica delle varie spese (acqua, luce, gas..). La ricarica è immediata.
ore 13:00 pausa pranzo: potrei usare nuovamente l’app E lema ( 饿了吗) ma ho voglia di fare due passi, esco dall’ufficio e vado in uno dei ristoranti della zona. Il cameriere si avvicina e invece di darmi il menù mi fa segno di scansionare un QR code, si apre la pagina del ristorante, attraverso cui accedo a un menù virtuale con foto e prezzi dei piatti. Ordino e pago sempre attraverso l’app. In pochi minuti vengo servita.

ore 17:00 fuga dall’ufficio: non si direbbe ma la vita a Pechino è davvero frenetica, un bel massaggio rilassante ci sta tutto. Apro l’app Meituan-Dianpin ( 美团点评) una sorta di Groupon che offre deals giornalieri e recensioni di ristoranti, locali, SPA, biglietti per il cinema eccetera. Su Dianpin scorro nel menù tra le varie offerte delle SPA nelle vicinanze e ne scelgo una, compro il coupon e mi dirigo verso il centro prescelto.timgB40WZPPU

ore 19:00 cena: raggiungo i miei amici per cena, lo faccio con una delle migliaia di bici che si possono utilizzare con le APP di bike sharing. A Pechino troverete principalmente queste due: OFO e Mobike (per saperne di più leggete qui). Anche qui il pagamento avviene automaticamente.
Dopo cena tramite la funzione di WeChat SPLIT BILL (conto condiviso), si può dividere il conto, ogni partecipante riceverà una notifica con la cifra da pagare!

ore 23:30 spuntino notturno: mentre torno a casa ho un leggero languorino, mi fermo per strada dove c’è un carretto con il più famoso street food di Pechino, la jianbing (una sorta di crepe croccante). Parlo di street food perché praticamente è cucinata su una piastra poggiata su un traballante carretto a due ruote, ma indovinate? la signora che cucina mi presenta un bel QRcode da scansionare per pagare: 6 yuan, circa 1 euro, basta immettere solo la password e la transazione avviene in pochi secondi. E’ veloce e comodo.

f8bc126e4b231a7d199c0f
Street Food con pagamento tramite QR Code

Insomma In Cina che vi troviate in un ristorante, in un grande centro commerciale o in un piccolo negozio, al mercato o per strada potete pagare con il cellulare. Questo ha portato a un vero e proprio stravolgimento dello stile di vita che non è paragonabile a nessun altro Paese al mondo, per ora almeno.

 

Voi cosa ne pensate? Lasciateci la vostra opinione nei commenti!

 

 

 

 

Una risposta a "Life in China: la vita a portata di smartphone"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: